Skip to content

I giovani sotto il fascismo a Brescia (1922-1945)


La mostra «I giovani sotto il fascismo a Brescia (1922-1945)»
è prevista per l’autunno 2020 a Palazzo Martinengo-Via Musei 30-Brescia

Articoli e lettere

“Il bombardamento che uccise mia zia Irene” – Leggi la lettera dal Giornale di Brescia del 01 luglio 2020.


“Com’è stata uccisa la povera Irene nel marzo 1945” – Leggi la lettera dal Giornale di Brescia del 27 giugno 2020.


“«Da piccola scoprii la guerra negli occhi lucidi dei grandi». Il CollectionDay 2020 è giunto all’epilogo: raccolti tanti materiali tra febbraio e maggio” – Leggi l’articolo dal Giornale di Brescia del 27 giugno 2020.


“La storia di Francesco, disperso a El Alamein e poi tornato a casa. Anche pagelle e opuscoli tra i copiosi contributi giunti sul tema «Giovani sotto il fascismo»” – Leggi l’articolo dal Giornale di Brescia del 13 maggio 2020.


“In divisa sui banchi di scuola: i balilla crescono a pieno regime. Per i futuri «soldati» d’Italia lezioni di alfabetizzazione e inquadramento ma anche di cura dell’igiene personale” – Leggi l’articolo dal Giornale di Brescia del 31 marzo 2020.


“Un’infanzia in fuga dalle persecuzioni nei racconti dei Giovani sotto il fascismo. Ricordi ed emozioni forti nel nuovo incontro al GdB nell’ambito del progetto del Centro studi Rsi di Salò” – Leggi l’articolo dal Giornale di Brescia del 05 marzo 2020.


“«Quando a scuola dovevamo fare il saluto al duce e di sabato andare in divisa». Primi ricordi e reperti nella sede del GdB, per il progetto «I giovani bresciani sotto il fascismo»” – Leggi l’articolo dal Giornale di Brescia del 06 febbraio 2020.


“Nell’universo balilla si cullò l’illusione del «nuovo italiano». Il regime totalitario e le future generazioni: l’ambizione di forgiare il perfetto cittadino-soldato” – Leggi gli articoli dal Giornale di Brescia del 04 febbraio 2020.


“Collectionday racconta i giovani sotto il fascismo. Al via il progetto del Centro Studi Rsi in collaborazione con il GdB per riavvolgere i fili della memoria storica”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 23 gennaio 2020.


Torna inizio pagina