Skip to content

La Vittoria Alata di Brescia





“La Vittoria alata: il viaggio durato secoli della muta testimone del tempo che verrà. Dalla scoperta al parallelo con la Nike di Samotracia, fino alle interpretazioni di artisti contemporanei “. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 31 dicembre 2020.


“Fu Pietro Antonio Beretta a chiederne la registrazione nel 1913: il connubio con l’azienda di Gardone Valtrompia durò fino al 1998. Quando l’iconica signora divenne un marchio”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 31 dicembre 2020.


“La Vittoria di Isgrò. «Con l’arte invito tutti a guardare al futuro». Da Brescia, che ha resistito a violenza e pandemia, un messaggio di speranza in tempi carichi di dubbi”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 20 dicembre 2020.


“La lunga riscoperta. Da reperto a icona: la cura della città per la «sua» Vittoria. Il ritrovamento nel 1826 e la costruzione del Museo Lo «sfollamento» in guerra e il primo restauro”. Ecco gli articoli dal Giornale di Brescia del 20 dicembre 2020.


“Studio e conservazione. Sotto la pelle bronzea uno scheletro tecnologico. Gli esperti dell’Opificio al lavoro per due anni. Dalla superficie ossidata emergono tracce dorate”. Ecco gli articoli dal Giornale di Brescia del 20 dicembre 2020.


“L’archeologa Morandini svela: «La sorpresa della Vittoria Alata, capolavoro dell’antica Roma»”. Ecco l’articolo del 18 dicembre 2020 di Stefano Miliani da “culture.globalist.it”.


“Il frutto di un lavoro di squadra che premia l’intera comunità. Bazoli: «Il coronamento di anni d’impegno di BsMusei». Del Bono: «Un patrimonio di cui noi siamo custodi»”. Ecco gli articoli dal Giornale di Brescia del 18 dicembre 2020.


“Vittoria Alata, la statua simbolo torna a dialogare con la città. Presentata la collocazione nell’aula ridisegnata del Capitolium: l’apertura non prima di metà gennaio”. Ecco gli articoli dal Giornale di Brescia del 18 dicembre 2020.


“Tremila anni di iconografia nell’arte, dall’età moderna al contemporaneo: ne parla un membro del Comitato scientifico di Fondazione Brescia Musei. Nike, Afrodite, Vittoria: la Statua Alata di Brescia”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 09 dicembre 2020.


“Un francobollo celebra il ritorno della Vittoria Alata. L’annullo celebrativo tirato in 300mila copie è a disposizione da ieri negli uffici postali”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 26 novembre 2020.


“Dopo l’intervento all’Opificio delle Pietre Dure, l’osservatore più attento non potrà non notare il diverso aspetto delle superfici bronzee. Vittoria Alata: dati inediti sulla tecnica esecutiva”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 19 novembre 2020.


“Con Topolino nell’antica Brixia per l’avventura della Minni Alata. La nostra Vittoria diventa un fumetto: in edicola mercoledì e in regalo ai bimbi delle scuole”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 15 novembre 2020.


“Un intervento del curatore della installazione che, in metropolitana, «saluta» il ritorno a Brescia della statua alata dopo due anni di restauri. A proposito della «Incancellabile Vittoria» di Emilio Isgrò”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 07 novembre 2020.


“S’infittiscono le iniziative che celebrano la Nike bresciana. Quegli scrittori in ammirazione, ai piedi della Dea alata. Marco Roncalli sulle tracce dei visitatori celebri, riflettendo anche sul ruolo identitario della statua. – «Topolino e la Minnie Alata», l’archeologia è un’avventura. Il settimanale Disney ospiterà una storia ispirata alla statua. Arriva un francobollo”. Ecco gli articoli dal Giornale di Brescia del 05 novembre 2020.


“Grandi restauri. Imoprtanti risultati del recupero del bronzo romano simbolo di Brescia. Che ora verrà collocato nell’antico «Capitolium» – Và Vittoria sull’ali attaccate. Ecco l’articolo da Il Sole24Ore del 01 novembre 2020.


“L’arte è di casa in metropolitana: Isgrò vi colloca la sua «Vittoria». Inaugurata ieri l’opera donata dall’artista: occupa una superficie di 200 metri quadri”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 28 ottobre 2020.


“Le altre due volte che la Vittoria Alata ha lasciato Brescia”. Ecco la lettera dal Giornale di Brescia del 20 ottobre 2020.


“Per la Vittoria Alata un arrivo da star al tempio capitolino. Con un furgone bianco ha sfilato lungo il decumano: è stata lontana da casa per più di due anni”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 18 ottobre 2020.


“Concluso il restauro. Questa mattina la Vittoria Alata torna in Capitolium. Partita ieri da Firenze, oggi sarà collocata sul nuovo piedistallo. Specialisti al lavoro per riassemblarla”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 17 ottobre 2020.


“La città riparte nel segno della sua identità profonda. Il ritorno della statua apre una nuova stagione. Karadjov: «Valorizzare il patrimonio artistico». – «Così le abbiamo regalato nuova vita». Francesca Morandini, che ha curato il restauro: importanti scoperte.” Ecco gli articoli dal Corriere della Sera del 19 settembre 2020.


“Dal 19 novembre la Vittoria Alata torna ai bresciani. Visite ad ingresso gratuito, percorso libero nell’area archeologica dal tempio fino a vicolo Fontanone”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 16 settembre 2020.


“Un cilindro in marmo regge la storia: ecco il basamento della Vittoria Alata. L’ha creato il Consorzio Produttori: «Siamo fieri di lasciare un segno che rimarrà nel tempo»”. Ecco l’articolo dal Giornale di Brescia del 26 agosto 2020.


“La Vittoria di Brescia, che scrive sull’invisibile scudo”. Ecco l’articolo di Marcello Barbanera da “Il Manifesto”.


“Brescia e la sua «Vittoria». La statua di bronzo che incantò Napoleone”. Ecco l’articolo di Roberta Scorranese dal Corriere della Sera.


“L’uomo che scoprì la Vittoria Alata”. Ecco l’articolo dal “Sole24Ore del 19 aprile 2020.


“La Vittoria Alata torna al Capitolium dopo 200 anni. Sulle ali della Vittoria: a Brescia il 2020 è nel segno dell’archeologia”. Ecco l’articolo del 14.01.2020 di Francesca Greco dal sito Arte.it-The map of art in Italy


Torna inizio pagina